SCIOPERO NELLO STABILIMENTO AIA DI NOGAROLE ROCCA (VR)

Si sta svolgendo dalle prime luci dell’alba lo sciopero indetto da FLAI, FAI, UILA, e Cisal nello stabilimento di Nogarole Rocca in provincia di Verona. Ne danno notizie le strutture territoriali sindacali le quali non riescono unitamente alle RSU a trovare una via di confronto di merito rispetto alle tematiche organizzative della produzione, rispetto ai carichi di lavoro giunti a livelli di insostenibilità per i lavoratori e lavoratrici. Quest’ultimi sono veri protagonisti della crescita aziendale in termini di volumi e mercato, per cui le organizzazioni Sindacali chiedono di mettere al centro le persone e di metterle nelle condizioni di poter lavorare “umanamente” nelle linee di produzione.

Di seguito il comunicato unitario di FLAI-CGIL, FAI-CISL,UILA-UIL e Cisal

AIA di Nogarole Rocca ha una storia più che ventennale. Lo sforzo profuso dai lavoratori ha consentito all’Azienda di crescere e raggiungere dimensioni che ha oggi. Nel tempo ci sono stati molti momenti di tensione ma grazie alla volontà di collaborazione reciproca si è sempre trovato una soluzione condivisa.
Che cosa è successo negli ultimi tempi? Che cosa è cambiato? Che cosa si è rotto?
Ma soprattutto: perché l’azienda NON SI RENDE CONTO del fatto che I LAVORATORI STANNO MALE!!!????
L’Azienda per cui abbiamo lavorato e nella quale abbiamo CREDUTO non è più la stessa Azienda.
L’azienda che vorremmo:

  • L’azienda che rispetta i ritmi e i carichi di lavoro e non ci fa “morire di fatica” sulle linee pur di fare produzione
  • L’azienda che ci ascolta, che ascolta i delegati e non sfugge al confronto
  • L’azienda che è gestita da persone che capiscono che sulle linee lavorano esseri umani e non semplicemente numeri di matricola
  • L’azienda che , invece di terziarizzare, internalizza le lavorazioni perché nei nostri stabilimenti NON ci devono essere lavoratori di serie A e di serie B

Per “l’azienda che vorremmo” proclamiamo lo sciopero generale per l’intera giornata del 26 aprile 2023. Lo sciopero sarà accompagnato da un presidio statico a partire dalle ore 04.00 del 26 aprile 2023

Ultimi articoli

Agricoltura

Industria

Industria

Agricoltura