ATTIVO UNITARIO DEI DELEGATI DEL SETTORE DELL’INDUSTRIA ALIMENTARE E DELLA COOPERAZIONE DI TRASFORMAZIONE

In Veneto l’ipotesi di piattaforma è stata approvata a larghissima maggioranza

Si è svolto nella giornata di lunedì 22 maggio a Verona l’attivo regionale unitario FAI-FLAI-UILA con la presenza di 180 delegati e delegate e delle segreterie territoriali. Dopo un mese intenso di assemblee nei luoghi di lavoro e migliaia di lavoratori e lavoratrici consultati sull’ipotesi di piattaforma, oggi si sono tirate le fila sugli emendamenti e le raccomandazioni che sono giunti dai luoghi di lavoro, in preparazione dell’attivo nazionale unitario del 30-31 maggio prossimo che varerà la piattaforma definitiva da inviare alle controparti. In Veneto complessivamente si sono svolte 172 assemblee a cui hanno partecipato 10.126 lavoratori e lavoratrici di entrambi i settori contrattuali. La relazione introduttiva unitaria è stata affidata Giosué Mattei Segretario Generale della FLAI CGIL Veneto e i lavori sono stati diretti da Giuseppe Bozzini Segretario Generale della Uila-Uil del Veneto, ha preseduto Andrea Zanin Segretario Generale della Fai-Cisl del Veneto. Le conclusioni affidate a Massimiliano Albanese Segretario nazionale Fai-Cisl.

Dalla discussione fatta nei 18 interventi dei delegati e delegate è emersa la passione e determinazione nell’ iniziare questo negoziato con la consapevolezza delle difficoltà che incontreremo lungo questa trattativa, ma con la voglia di essere protagonisti di un cambiamento nel settore che renda il lavoro a misura di lavoratore e lavoratrice, con un giusto salario e con l’allargamento delle tutele abbattendo la precarietà. Al termine dei lavori sono stati eletti gli organismi che rappresenteranno i delegati e delegate del Veneto nell’assise nazionale.

Uniti si può!

Ultimi articoli